fiabe virali

Il mostro

Una fiaba, una riflessione

La storia di oggi parla di paura, di un mostro che si sente solo e del potere, salvifico, della narrazione.

Ho scelto questa fiaba come ultima perché racconta bene questa avventura delle “fiabe virali”, nata per bisogno di sentirsi vicini anche se lontani…

“Se voi non potete venire da noi, veniamo noi da voi”: così iniziava la prima fiaba, a marzo.
Eravamo impauriti, in quei giorni, privi di punti di riferimento, con troppo tempo a disposizione e troppi pensieri.

Queste fiabe e il vostro riscontro sono stati per me, in questi mesi senza lavoro e con tanta ansia del futuro, una boa per dare senso.

Ho scelto di fare l’attrice, da bambina ascoltando I RACCONTASTORIE sperando un giorno di essere anch’io narratrice o narrAttrice…

Questa esperienza è la cosa più vicina a quel sogno che mi è capitato di fare da quando mi sono diplomata alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano.

Murakami dice che le storie sono dei piccoli falò che possono illuminare caverne.

Se con le storie che ho recitato per voi, fossi riuscita, anche solo un pochino, a illuminare gli angoli oscuri di tante caverne, e se potessi continuare a farlo ancora, in futuro, dal vivo e non, non ci potrebbe essere per me gioia più grande…

Il mio commento di oggi, perciò, è solo una parola: GRAZIE!!

Chi è Erika Renai?

Erika Renai è un’attrice dal grande talento e dalla notevole esperienza.

Si è infatti diplomata alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano e ha lavorato con registi come Ronconi, Stein e De Bosio, con il Maestro e pianista Giorgio Gaslini e ha calcato decine di palcoscenici con la compagnia teatrale I Guitti.

È una docente di teatro dall’incredibile sensibilità, in grado di coniugare competenza e attenzione per la persona come in pochi sanno fare.

Da qualche tempo, insieme alla sua Lucrezia, ogni giorno recita per tutti noi le fiabe virali. 

Se vuoi conoscere meglio Erika, possiamo consigliarti di dare una bella sbirciata al suo sito personale