Che emozione!

L’invidia

Parliamo di invidia, emozione che spesso viene confusa con la gelosia (che sarebbe la paura di perdere l’amore dell’altro).

L’Invidia è ciò che si prova quando qualcosa di bello è successo a qualcuno e tu continui a sperare che fosse successo a te e non all’altro.

Questa emozione non si limita però al possesso di beni materiali: si può invidiare l’intelligenza di qualcun altro, il suo aspetto, la sua posizione sociale o anche una sua relazione amicale o sentimentale. In tutti questi casi vorresti avere tu ciò che l’altro possiede.

Attenzione: essere invidioso di una persona non significa esserlo verso tutto ciò che quella persona è o possiede. Si può essere invidiosi anche solo di una caratteristica di qualcuno, ma sentirsi al pari o addirittura migliore in tante altre.

Per provare invidia ti devi dunque paragonare ad un’altra persona. Considerato che solitamente tendiamo a paragonarci alle persone del nostro circolo di conoscenze, proprio in questo circolo potrebbero trovarsi alcune persone di cui sei invidioso. In altre parole, potresti invidiare di più un tuo vicino di casa che un milionario che vedi sulle riviste patinate!

Solitamente si fa un distinzione tra invidia benigna e maligna. Quella benigna si riferisce al desiderare un oggetto che possiede un’altra persona e semplicemente decidere di acquistarla anche per sé.

L’invidia maligna invece include il giudizio: “quella persona non si merita quel bene materiale o affettivo e io invece sì!”.

Nella nostra cultura spesso l’invidia è considerata una emozione da evitare, ma in realtà può rivelarsi una fonte di motivazione che spinge a lavorare di più o a comportarsi meglio per raggiungere l’oggetto o la posizione desiderata.

invidia VS gelosia

Invidia e gelosia non sono la stessa cosa. Scarica la mappa per scoprire quali sono le differenze.

L'invidia al cinema

Nel film “il cigno nero” Natalie Portman interpreta una ballerina di grande talento che si vede sfuggire la parte del cigno nero, da una collega, meno precisa, ma più passionale.

VAlerie Elizabeth moretti

Ha conseguito il Master in Counseling alla Midwestern State University, USA. Ha lavorato in qualità di Child Sexual Assault Counselor e successivamente come Sexual Assault Program Director per First Step Inc., centro per la cura e la prevenzione dell’abuso sessuale e della violenza domestica.

Ha insegnato corsi di Counseling presso la University of Maryland e collaborato con Alberto Pellai ricercatore dell’Università degli Studi di Milano, alla realizzazione del progetto Parole non Dette, per la prevenzione all’abuso sessuale infantile.
È autrice di manuali per docenti editi da Erickson e Franco Angeli.

Attualmente è responsabile scientifica di AttivaMente e svolge attività di formazione, supervisione ed intervento per numerosi enti pubblici e privati.
È facilitatrice certificata con il metodo LEGO® SERIOUS PLAY®.

Puoi seguirla sul suo profilo Linkedin.